venerdì 30 dicembre 2011

Il balcone da "2 soldi" .... un'anno dopo


Torino, è ottobre.
Torino, it was october.
E' passato un anno dall'acquisto delle fioriere e dalla piantumazione di cosmee e nasturzi. Le piante dopo un agosto senza acqua sono seccate tutte, le fioriere sono vuote, lo spettacolo è un tantino desolante.
The flowers box, that I've bought last year, was  empty. It wasn't a pretty sight.
Io ho iniziato il tirocinio, una mattina arrivano in studio 8 olivelli spinosi in fitocella dritti dritti dai vivai Purpurea. Il progetto che segue è frutto di qualche esperimento e molti pasticci.
I had began my traneeship when, one fine morning, eight Hippophae rhamnoides arrived at the office where I worked.
The project below is the result of that magical apparition, some gardening experiments and a lot of  mistakes.



NOTE COLTURALI CULTIVATION NOTE

L' Olivello spinoso o Hippophae rhamnoides 
L' olivello è specie curiosa più che ornamentale
"Arbusto deciduo dalla chioma rada e irregolare, con aspetto decisamente cespuglioso, anche più alto di due metri; i ramni portano lunghe spine acuminate e rigide." con questa breve ma efficacissima frase la Guida alle specie spontanee del Piemonte descrive questo piccolo arbusto.
"Hippoohae rhamnoides is a deciduos shrub with sparse foliage and irregoular shape. This shrub could be tall more than two meters; his branches have long, pointed thorns. " This brief  but forceful description come from "Guida alle specie  spontane del Piemonte, Blu edizioni".
Hippophae rhamnoides coperto di bacche in inverno                                               Hippophae rhamnoides  in estate 
foro Wikipedia, autore Abubiju,                                                                                 foto Wikipedia, autore Frank Vincentz

Io me ne innamorai per un motivo solo: aveva una storia molto affascinante.  A 16 anni pescai un vecchio articolo di Gardenia che descriveva come l'olivello, pianta resistente a tutto, venisse coltivata nell'ex DDR per ricavarne succhi ricchi di vitamina C che avrebbero dovuto sopperire le importazioni di frutta provenienti dall'estero (Gardenia 174, ottobre 1998). Caduto il muro, la coltura perse di importanza, sopravvisse solo per la produzione di miracolose bevande vitaminiche destinate al mercato di nicchia del biologico. Mi innamorai della storia, mangiai con gli occhi le graziose drupe arancioni ma prima di incontrare un vivaista che avesse in produzione tale pezzo di storia dovettero passare 10 anni.
I fell in love with this shrub because Hippophae rhamnoides have a fascinating story. Hippophae rhamnoides was grown in ex DDR to enrich winter diet of its citizen with a fruit rich in vitamin C and a fruit that could be enterely grown in Germany. Well, I red this story 13 years ago, so today I'm not sure to remember correctly what I had red. In conclusion I have to wait 11 years before to find someone who  sell this plant.


L' olivello, specie dioica, dove si acquista? 
Hippophae rhamnoides is a dioecious plant. Where cuuld I buy one?

Dell'articolo galeotto dimenticai quasi tutto, a parte le note storico-culinarie, ma soprattutto dimenticai che la malefica pianta è specie dioica; quindi se si vogliono ammirarne i frutti bisognerà procurarsi almeno un maschio ed una femmina. In realtà, l'olivello non solo  è specie dioica, ma le giovani piante cominciano a fiorire dopo qualche anno, a fruttificare ancora più tardi e la fioritura è così insignificante che occorre avere occhio molto attento per distinguere le piante che producono minuscole sacche polliniche da quelle che timidamente esibiscono sottili filamenti verdi che altri non sono che i delicati pistilli.
Hippophae rhamnoides is a dioecious plant. It means that there are plants that produce only female flower and plants that produce only male fowers. Flowers are little and insignificant so You must have a sharp look to discern female plants from male ones.

Ora procurarsi le 4 piante (3 femmine e 1 maschio) indicate da progetto non sarà facile perché:
-attualmente Hippophae rhamnoides, che io sappia, è prodotto solo in vivai forestali che vi forniranno ottime piante allevate da seme spesso addirittura con origine geografica certificata, ma che saranno appunto piante molto giovani che ancora non hanno fiorito. Occorrerà acquistarne un buon numero per assicurarsi almeno due esemplari di sesso differente.
- se siete di Milano potreste tentare con i vivai Pronatura, magari prima che ci sfrattino,dove, se i cartellini non si sono scoloriti, gli esemplari più grandi sono stati etichettati (da me di persona personalmente) con il simbolino apposito.

It won't be easy to find all the plants suggest in the project. There are two reason:
- Italian Garden center  usually don't have Hippophae rhamnoids ( I don't know what you can find in other countries)

Distinguere le fioriture
Per distinguere le fioriture, basta sapere cosa cercare. L'anno passato Gabriella mi ha mostrato cosa  osservare per distinguere olivelli maschi e femmina, ora tocca a me provare a spiegare la stessa cosa a chiunque passi di qui. Da metà marzo ai primi di aprile occorre tenere attentamente d'occhio le piante di Hippophae rhamnoides poichè all'ascella dei rametti potrebbero comparire questi:


Fiori maschili; foto Wikipedia, autore Marco Schmidt,  indirizzo web  http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Hippophae_rhamnoides_MS_0169.jpg
oppure questi:
Fiori femminili: occorre osservare attentamente le ascelle dei rametti per poter scorgere un  il sottilissimo filamento che costituisce il pistillo. Fonte immagine Wikipedia, illustrazione Carl Axel Magnus Lindman.

Le compagne per Hippophae rhamnoides 

Inserire uno o più arbusti in terrazzo o in balcone non è una scelta facile, inevitabilmente prima o poi ci si accorge che le piante, costrette negli angusti spazi delle fioriere e dei vasi, sono molto più deludenti di quanto ci si aspettasse. Le fioriture e fruttificazioni sono assai meno spettacolari di quelle in piena terra, alle volte bisogna pazientare 4-5 anni prima di vedere un fiore, il portamento e la vegetazione sono meno lussureggianti di quello che vorremmo, infine...........QUELLA TERRA SPOGLIA ALLA BASE DEL VASO E' PROPRIO IRRITANTE!!!
Nel corso degli anni ho quindi imparato a circondare i miei arbusti in vaso di piccole piante fiorite, tappezzanti,  sempre-verdi o semi-sempreverdi; però non tutte le convivenze funzionano, le piccole tappezzanti possono divenire soffocanti o molto competitive a scapito del nostro amato arbusto.
In questo progetto, viste le dimensioni della fioriera,  sarà sufficiente inserire al centro l'olivello ed ai lati 1\2 piantine di Campanula muralis o Liriope graminifolia o ancora, 1 Viola odorata e 4\5 bulbi di Muscari armenicum per lato. In uno\due anni le tappezzanti si espanderanno a dovere creando un delizioso pratino che rimarrà verde anche nel periodo invernale.



Campanula muralis  Campanula garganica
Questa tra le tre alternative indicate è la mia preferita pochè la campanula è un po' mano tenace della Viola odorata e decisamente più bassa della Liriope graminifolia. La campanula si svilupperà lentamente formando un fitto cuscinetto di foglioline verde chiaro che contrasterà piacevolmente con quelle grigie dell'olivello. A fine luglio la campanula si ricoprirà di lievi fiori a stella blu-violetto, questo spettacolo pirotecnico però dura sempre troppo poco! 



Novembre 2011, Campanula muralis
e Mirabolano da seme 




Novembre 2011 Mirabolano e
Liriope graminifolia
Liriope graminifolia 
Liriope graminifolia ha una serie di fantastici pregi: il suo fogliame sempreverde riempie il vaso nei  mesi invernali mitigando l'effetto rametto secco degli arbusti cui è associata; la fioritura non è affatto disprezzabile, anche se all'inizio si fa attendere;  la pianta garantisce una copertura vigorosa e    compatta del terreno; infine,  il fogliame scuro contrasta piacevolmente con quello argenteo dell'olivello.
Attenzione al questo genere però! Le "cugine" di Liriope graminifolia ovvero le più note Liripoe muscari  nelle loro innumerevoli varietà cultivarietali, sono, a mio avviso, fin troppo esuberanti per poter convivere con i giovani olivelli senza arrecare loro danno. Un alternativa valida alla non comunissima Liriope graminifolia potrebbe essere l'elegante Ophiopogon japonicus, un'altra convallariacea, caratterizzata da dimensioni ancora più contenute e da una fantastica produzione di bacche blu.




Muscari armenicum Viola odorata
Nonostante il suo aspetto minuto la notissima Viola odorata quando comincia a riprodursi ed espandersi grazie ai semi e agli stoloni che si diffondono nel vaso tende ad essere un po' troppo soffocante. Nel giro di pochi anni assume un aspetto piuttosto disordinato e le fogliolone che si allargano più la pianta è vecchia e la stagione avanza non mi hanno mai entusiasmato, la fioritura precoce e profumata però è qualcosa di irrinunciabile. Per bilanciare le larghe foglie della viola, in genere le associo a qualche bulbo di Muscari armenicum le cui lunghe foglie scompigliate sopravvivono a lungo. Sia che li pianti da soli sia che li pianti assieme alle viole, lascio i muscari in vaso fingendo di ignorare tutte le regole colturali di questi bulbi, infatti somministro l'acqua in base alle esigenze della specie principale e non li estraggo a fioritura terminata. Finora  i muscari non si sono mai lamentati, mi regalano le loro fioriture primaverili e le i loro graziosi ciuffetti di foglioline verdi senza interruzione. Ah! un ultima nota: ogni uno-due anni dirado le viole senza pietà strappo via brutalmente gli stoloni e rosette di foglie più vecchi.


Digitalis purpurea

Le digitali sono piante brutte quando non sono fiorite, però se si impazzisce per quelle misteriose campanelle  si può dar loro, una due, tre possibilità. Se non si trovano digitali già pronte in contenitore, si può optare per la coltura a partire da seme che non è affatto complicata, bisogna avere solo l'accortezza di seminare ad agosto e seguire scrupolosamente le indicazioni della bustina. 
Se qualcuno ha un idea su come mascherare le rosette di digitale coltivata  in vaso batta un colpo, avrà la mia eterna gratitudine.



26 Dicembre 2011, la mia digitale da il peggio di sè



INDIRIZZI

Vivai Purpurea (specializzati in piante per interventi di ingegneria naturalistica)
Via None, 47
10040 Piobesi Torinese

Vivai ProNatura (associazione ambientalista di volontariato per la tutela della biodiversità della  flora spontanea)
Rocca Brivio, San giuliano milanese (MI)

Azienda agricola Vivai Priola
Strada delle Acquette,4
31100 Treviso

lunedì 5 dicembre 2011

Il balcone da "2 soldi": ovvero terrazzo in arancione

A me i fori gialli, arancioni e persino rossi fanno cagare (proprio così :"cagare" con questo elegante giro di parole).
I hate yellow and orange fowers and even the red ones. 
Amerei i colori pastello.
On the other hand I love pastel colours.
Le foto piene di luce soffusa che immortalano digitali purpuree,  Anemone japonica , teorie di  Delphinium azzurri violetti e bianchi, Cosmos bipinnatus,  Camelia sasanqua pallide  e i petali appena tinti di rosa della prorompente "Paul's himalayan musk" mi alllargano il cuore.
I stay hours to admire pictures where you can see Digitlis purpuree, Anemone japonica, Delphinium spp. blue azure and white, Cosmos bipinnatus, pale Camelia sasnqua and petals that become tinged of pink in rose like "Paul's himalayan musk".
Non una delle piante sopracitate ha avuto un gran successo nelle mie mani.
I tried to cultivate them but no-one grew very well. 
Tra le mille piante che ho coltivato quelle che hanno resistito a tutte le mie velleità artistiche e compositive sono state, manco a dirlo, quelle a fiori gialli.
Among the plants that I've grown during my life, the species that gave me more gratifications were, for a strange twist of fate, all plants with yellow flowers. 
L'Iris psudacorus, che avevo brutalmente trapiantato in un vaso più piccolo per lasciare spazio al mio ultimo sconsiderato acquisto (una vezzosa Anemone japonica dai fiori semi doppi) prolifera e fiorisce nonostante l'incuria cui è condannato. Il Cornus mas ogni anno ci regala la sua precoce fioritura gialla; i tageti impazzano (soprattutto nella stagione autunno-invernale), della gloriosa  avevo già scritto e, colmo della sventura, gli unici cosmos che abbiano resistito ai malefici venti che soffiano sulla mia terrazza sono i Cosmos sulphureus.

Tutta questa lunga premessa era assolutamente necessaria per far capire quale violenza mi sia dovuta fare per stendere questo progetto che si basa tutto sulle fioriture arancioni e gialle del Cosmos sulphureus e del Tropaeolum major.
This endless introduction was absolutely necessary to explain how was difficoult for me draw this little project where orange flower of Cosmos sulphureus and  Tropaeolum major are the main characters.





Il progetto era nato per il balconcino che era appendice esclusiva della mia ultima camera da studentessa fuori sede.
The project was born to bring a lttle bit of colour in my student room in Tourin.

Ovviamente quella è "la bella" il progetto che mi ero fatta in realtà era questo:
Obviously the first image is the fair copy, the original sketch for the balcony is in the picture below:





LE RAGIONI CHE MI PORTARONO A SUPERARE LE MIE AVVERSIONI PER LE FIORITURE GIALLE E ARANCIONI
REASONS THAT BRING ME TO WIN MY LOATHING FOR  YELLOW AND ORANGE BLOOM
- La mia stanza era dotata di un minuscolo balconcino, un lusso senza pari per una stanza da studente; io mi davo arie da "pollice verde", potevo mai non coltivare nulla?
- My room had a little balcony: it was a wanderful opportunity to grew something.
- Avevo notato dal Brico delle cassette di plastica leggermente più grandi di quelle che usualmente si appendono alle ringhiere. Le cassette adocchiate, avevano le dimensioni perfette per coltivare annuali e vivaci senza dover investire molto denaro in fioriere ancora più capienti.
- I saw some flowerpots slightly more big than traditional window box. Flowerpots had perfect size to grow annual and periennal erbaceus species without spend a lot of money for bigger ones.
- Avevo bisogno di piante a crescita rapida, di sicuro successo e caratterizzate da un delizioso fogliame oltre che da una bella fioritura.
- I needed fast growing plants, easy to come up and marked by interesting foliage. 
-Volevo vedere del colore dalla mia finestra durante il periodo in cui sarei stata abbacchiata dagli esami:giugno-luglio.
-I wanted see colours from my window durinig the period of exams.
-Volevo 1 solo colore a dominare la scena (il balcone era piccolo).
- I wanted only one colour to dominate the scene.
- Non volevo né pelargoni, né petunie, né verbene e volevo partire da seme (mi piace vederle crescere le piante).
-I doesn't want pelargonium, nor petuinas, and neither verbenas  
-Volevo utilizzare esclusivamente semi o piantine che già possedevo: tra me e mia madre avevamo (e abbiamo tutt'ora) una collezione di bustine e semi auto prodotti che ci potrebbe bastare fino alla fine dei nostri giorni. Nonostante questo continuiamo ad acquistare piante e semi, era ora di smetterla!
-I wanted plats grown from seeds of my "collection" .

Ecco perché mi feci forza e piantai una distesa di Cosmos sulphureus.
These are the reason that bring me to sow  a sweep of Cosmos sulphureus.

Come ero diventata matura eh? la laurea specialistica a qualcosa era servita avevo imparato a razionalizzare e dare delle priorità ai miei desiderata, avevo pure fatto un piccolo preventivo: 100 E perché i semi già li avevo, e la terra decisi di non considerarla.
Mai sottovalutare la terra!!!
Più che il costo del terriccio ciò che fece naufragare il mio meraviglioso progetto furono le difficoltà di trasporto. Tutta quella terra e quei vasi! Io da sola sull'autobus non riuscivo a portarli. Comprai solo due fioriere, due sacchi da 25l e tre vasi tondi (di cui non ricordo il diametro) per riempire i buchi. Feci due viaggi in pullman fino a Grugliasco e il resto della terra fu acquistata a rate al super sotto casa. I tempi di realizzazione in questo modo si allungarono inesorabilmente, inoltre i vasetti tondi al posto delle fioriere facevano un gran disordine e non permettevano coltivazione di due specie nello stesso vaso: sinceramente ero un po' delusa. La ragazza del mio coinquilino, inaspettatamente, apprezzò la botta di colore, io mi misi il cuore in pace e finalmente mi dedicai agli esami.






venerdì 18 novembre 2011

Vorrei un alberata mista ...

Ma ogni tanto, giusto per cambiare, non si potrebbero avere delle alberate miste associate magari ad un minimo di specie erbacee ed arbustive all'interno di quelle noiose lingue di terra che sovente sono impiegate per dividere strade a  corsie e doppio senso di marcia? 

lunedì 31 ottobre 2011

Di orti, zucche e giardinieri compulsivi

Il giardiniere compulsivo sente il bisogno di farsi fotografare all'opera, giusto per ricordarsi che ogni tanto, quando ci si mette, è in grado di lavorare anche lui! 
The compulsive gardener want a photo of her work to remember herself that she sometime is a true gardener.

Ebbene sì, lo ammetto, faccio parte della vituperata categoria dei giardinieri della domenica (quelli che sentono il bisogno di farsi fotografare quando finalmente si dedicano alla ripulitura dell'orto). Anzi.... peggio! Potrei definirmi un giardiniere compulsivo, per intenderci uno di quei "giardinieri" che una tantum decidono che è il momento di fare, piantare, allestire, spostare. 
E' seguendo questo approccio, che mi sono ritrovata con un orto che tanto orto non è. Insomma.... sono la felice proprietaria di una sottospecie di selva!
Ok, I admit that I am a Sunday gardener (one of those gardeners that want a photo of theyr work when they decide to tidy up theyr kitchen garen). No .....I am wrong! I can define myself a compulsive gardener. Just to make things clear, a compulsive gardener, for me, is someone that works in garden rarely but when decide to work he goes too far!
My work, full of ups and down, had  spawned somethig more similar to a jungle that to a kitchen garden.


La selva, originariamente, doveva essere una piccola ed ordinata aiuola di aromatiche. Era stata amorevolmente zappettata, ripulita e piantumata con aromatiche di ogni genere seminate in innumerevoli vasetti dello yogurt. Poi il progetto iniziò a degenerare: le aromatiche non stavano negli spazi assegnati, io ero presa dall'esame di maturità, poi dall'inizio dell'università, poi avrei voluto piantare dei fagiolini serpente, poi.... Insomma, il giardino delle aromatiche divenne una selva di melissa e menta apprezzata solo da iridescenti cetonie (Cetonia aurata).
Initially, the plan for the jungle was a nice draw that shows a little border of healing herbs, but, after the first turning over of the soil, the project began to get out of hand. Healing herbs grew too much or not much; than I had to pass my had school leaving examination and shortly after this I began university in Torino... In this way I forgot my original idea and the garden for healing herbs became a forest of melissa officinalis, mentha spicata, mentha longifolia, mentha rutundifolia. Only the iridescent Cetonia aurata loves my garden.

In questa giungla profumata, l'anno del mio rientro da S.Remo, in onore alla tradizione orticola ligure, decisi di sperimentare la coltura della zucchina trombetta di Albenga. Ben presto scoprii che il nobile ortaggio era la pianta ideale per un ortista compulsivo, ed è per questo che, ad anni alterni, torno a coltivarla nel mio triangolino di terra.
When I came back from S.Remo, I had decided to grow a tipical Ligurian vegetable: marrow squash of Albenga (Zucca trombetta di albenga). Soon I knew that marrow squash is the perfect plant for a compulsive gardener like me; this is the reason why I get back to grow this vegetable on alternate years in my garden.

- Virtù n°1: la zucca mi ha sempre richiesto pochissime operazioni colturali.
- First merit: this squash don't need a lot of (cultutal operations) work.
                 a) Preparazione del terreno (zappettatura, incorporamento del compost, livellatura    
                     con rastrello).
                 a) Predisposition of the soil (to digg, to incorporate compost, to level off the soil)
                 b) Semina della pianta in contenitore alveolare.
                 b) Seed Albenga's squash. 
                 c) Trapianto.
                 c) Bed out young plants.
                 d) Innaffiatura ( per fortuna esiste l'irrigatore!).
                 d) Water Albenga's squash reularly (Fortunately I have a good lawn sprinkler!).
                 e) Raccolta.
                 e) Reap the fruit of one's strength.
- Virtù n° 2: da una sola pianta si ottengono più prodotti diversi.
- Second merit: you can pick up some different vegetables from the same plant.
                   a) Le zucchine trombetta di Albenga. I frutti vengono generalmente raccolti ancora immaturi, quando hanno raggiunto una lunghezza di 15-20 cm circa, e si consumano come le comuni zucchine.
                    a) Courgettes. You have to crop the fruits when they are young. Cougrettes has to be 15-20 cm long.
12 ottobre 2011 l'ultimo raccolto di zucchine. 
12-10-2011 courgettes.
                     b) La zucca. Ok l'aspetto è pessimo, ma bisogna tenere conto che questo frutto fotografato ha assunto un inusuale forma bitorzoluta poiché è maturato incastrato tra i rami del lauroceraso lungo i quali si era arrampicata la mia pianta. La polpa è della zucca di Albenga è delicata e burrosa, perfetta tagliata a rondelle sottilissime e fritta in olio bollente dopo essere stata passata velocemente nella farina.       
                     b) The marrow squash. Flesh is sweet but mellow; we usually cut the squash in thin and rund silces and than we fry them like chips.
15 settembre 2011, zucche "acerbe" e una delle zucche che avevo lasciato maturare.
15-09-2011Corgettes and squash from the same plant.
                           c) I fiori e i tenerumi. Sui fiori di zucca e sui loro mille usi culinari non vale la pena spendere ulteriori commenti, i tenerumi invece, per me sono stati una scoperta!
                           c) Flowers and "tenerumi". We often cook fryed flowers with a special batter but "tenerumi", for me, was a new discovery! 
15 settembre 2011, gli ultimi fiori ed un mazzetto di tenerumi.
15-09-2011 the last flowers and tenerumi.
                             d) I tenerumi, altro non sono, che i giovani butti della pianta. A quanto mi è dato sapere, non è usanza in Liguria consumare i tenerumi come verdura. Il termine "tenerumi", infatti, è di origine siciliana ed è utilizzato per indicare i getti di un'altra varietà di zucca; tuttavia, in mancanza della varietà originale, anche i getti della zucchina di Albenga si prestano molto bene ad essere consumati cotti.
                             d) Tenerumi are young buds of the plant. I don't know if Ligurians eat them but I'm sure that they are used in Sicily to cook a traditional and cheap soup.
26 ottobre 2011, Particolare del tenerume ovvero il germoglio apicale della zucca di Albenga.
26-10-2011 A detail of tenerume.
                 

mercoledì 19 ottobre 2011

Il giardino in valigia: Gloriosa superba

Gloriosa superba, Grugliasco (TO) primi di giugno 2007
Eccola qua! In questi anni segnati da continui traslochi, tra un appartamento da studenti e l'altro lei mi ha seguito dappertutto. Bastava cacciare il cormo in valigia e, quando finalmente la stagione si faceva più mite, un vaso, o peggio, un vecchio catino di plastica (sì quelli lì, quelli per ritirare il bucato) andavano bene per ospitare la pianta. Una settimana, dieci giorni e compariva il germoglio. La Gloriosa,  almeno qui nel nord Italia tra fine aprile e inizio giugno, cresce dannatamente in fretta: giusto il tempo che le occorre per incantare i coinquilini  con la sua fioritura esotica e i cirri che si sviluppano direttamente al termine delle foglie. 



Gloriosa superba, Opera (casa madre) 2005.... spero si riescano a scorgere abbastanza bene i particolarissimi apici fogliari.

In 4 mesi la pianta completava il suo ciclo vitale, io lasciavo appassire il fiore, diradavo le innaffiature e lentamente tutta la pianta seccava, ai primi di luglio dissotterravo il cormo che nel frattempo si era come minimo duplicato: un pezzo per me, uno per il\la giardiniere appassionato di turno ed era già tempo di ripartire ... settembre una nuova casa!

L'arrivo di questo bulbo in casa mia ha una storia "strana"..
Io volevo un Lilium martagon lui aveva solo delle scaglie, quindi mi disse: <<prenda un' altra pianta, questi glieli regalo>>. Io acquistai la gloriosa, ovviamente qualche anno più tardi anche il Lilium martagon arrivò a fiorire.

Qualche informazione sulla coltura della Gloriosa


martedì 4 ottobre 2011

Le "trovatine"


<<IL GIARDINO DELLA SIGNORA
Di solito è ideato e coltivato da una donna di età medio-avanzata. Ma il giardino della signora può essere il giardino di un uomo, scapolo o padre di famiglia. Questa categoria di giardinieri è contraddistinta dall'immaginazione -non la fantasia sfrenata e imbrigliata dalla disciplina indispensabile per realizzare il più semplice dei giardini- bensì un'inventiva asfittica e meccanica, che si sfoga in "trovatine" e "idee originali" immancabilmente caratterizzate da una notevole dose di signorilità. (...) Il giardino della signora, apparentemente, è gremito di "idee". Che sia in Maremma o nel Kent, pullula letteralmente di trovate.>>  da "Giardini e NO, manuale di sopravvivenza botanica" di Umberto  Pasti; illustrazioni di Pierre Le-Tan; ed. Bompiani (p.35 incipit del capitolo: Il giardino della signora)
a

Laboratorio di progettazione urbana 2009

Spero di non aver violato nessuna legge sul copyright citando un così lungo brano tratto dal summenzionato manuale. Il fatto è che quest'estate ritrovandomi a leggere, tra il divertito e l'indispettito, il caustico libro di Pasti in un primo momento mi sono parecchio stizzita. Terminata la prima veloce lettura, però, alcune descrizioni e alcune affermazioni continuavano a ronzarmi nella testa e senza nemmeno pensarci troppo, mi sono ritrovata armata di matita e righello a rileggere il testo. 

giovedì 22 settembre 2011

Padova Prato della Valle

Padova sabato 17 settembre 2011, uno scorcio di Prato della Valle
Lo scorso fine settimana, ospite dagli zii di Padova,  ne ho approfittato per visitare il Flormart, seguire il workshop ECOtechGREEN organizzato dalla rivista Paysage e ... visitare un pochino la città. Il tempo dedicato a Padova a dire il vero è stato molto molto poco, quindi la vista al famigerato e antichissimo orto botanico è stata rimandata ad un'altra occasione. 
Due passi a Prato della Valle era però proprio il caso di farli! 
Come spiega F. Panzini nel suo "Progettare la natura, architettura del paesaggio e dei giardini dalle origini all'epoca contemporanea", Prato della Valle può essere considerato uno dei primi esempi di PARCO PUBBLICO in Europa.

giovedì 18 agosto 2011

Casa Fenoglio-La Fleur... giusto per postare qualcosa

Maggio 2010, Torino
Il capolavoro di Fenoglio, ma anche uno dei migliori e piú caratteristici liberty di Torino. È situata nell'angolo tra corso Francia e via principi d'Acaja.  (info da wikipedia)

domenica 17 luglio 2011

Dal treno

In realtà le fioiture dell'echium hanno smesso da un pezzo di occhiggiare tra i binari delle stazioni toccate dall'interregionale Milano-Torino ... adesso è tempo di senecio inaequidens (margheritina gialla) oenothera biennis (gialla anch'essa),  verbascum sp. e... linaria vulgaris un tripudio di gialli, ma il blu è un'altra storia!

venerdì 17 giugno 2011

Verde per centro commerciale... prima e dopo



Prima .... luglio 2010 Cercis siliquastrum di fronte all'ingrasso del centro commerciale e siepi di Laurus nobilis per "mascherare" lo svincolo della tangenziale ovest (scelte originali vista la latitudine a cui ci troviamo.... comunque c'è il riscaldamento globale! A un anno di distanza lauri e cercis stanno benone!) 

martedì 14 giugno 2011

Erbe da fossato ...



La testa del fosso era invasa da un tappeto di

Poligonum persicaria... ( o almeno spero che fosse lui)

mercoledì 8 giugno 2011